FEDERICA SERVIDEI

Ingegnere Bio-medico e operatore di biorisonanza

Mi sono laureata presso l’Università degli Studi Pavia in Ingegneria Biomedica nel dicembre 2006.
Per 10 anni ho lavorato presso l’Istituto Clinico Humanitas come supervisore per la Direzione sanitaria delle cartelle cliniche dei pazienti, nel reparto di chirurgia generale. E’ stata un’esperienza arricchente fondamentalmente sotto due diversi punti di vista: da una parte lo stretto contatto con tutta l’equipe del reparto, primari, medici, infermieri ed operatori socio sanitari mi ha permesso di approfondire le mie conoscenze di anatomopatologia, lettura di esami isto-citologici, referti operatori e diagnostica; dall’altra l’interazione quotidiana con i familiari dei pazienti mi ha dato l’opportunità di sviluppare empatia, accoglienza e ascolto attivo nella gestione della carica emotiva di ciascuno. Parallelamente a questo ho svolto un lavoro su me stessa, unendo la mia passione per la fisica quantistica e le energie sottili vibrazionali a un percorso di consapevolezza che mi ha cambiato la vita: la biodanza, disciplina olistica che integra nel corpo la mente e le emozioni, e aiuta così a sviluppare una coscienza integrata del nostro sentire connesso al tutto. Per me è stata ed è fonte di grande ispirazione grazie alla docente Pamela Spataro che mi segue in questa disciplina.
Recentemente ho conseguito l’abilitazione ed il Master in Kinesiologia Applicata, un primo livello di Reiki e la qualifica di Praticante ThetaHealer specializzata nelle aree base e avanzato, scavo profondo, abbondanza e manifestazione, condizionamenti famigliari. Ho partecipato ad un percorso semestrale relativo alla presa di coscienza sulle 5 Ferite emozionali (tratto dal lavoro di Lise Bourbeau) con esperienza corporale, con i docenti Barbara Sironi e Matteo Lanfranchi: è stata un’esperienza molto profonda ed intensa, che mi ha permesso di conoscere meglio all’interno di me quelle parti “ombra” che tutti noi abbiamo e ho imparato a prendermene cura con amore , aumentando così il contatto con me stessa e migliorando il mio relazionarmi agli altri ed alla vita.
Dal 2018 utilizzo l’apparecchio Bicom di biorisonanza, tecnica che collega pienamente i miei studi ingegneristici con le vibrazioni e le frequenze della vita ed è diventata parte integrante del mio vivere quotidiano sia a livello personale, per me e la mia famiglia, che lavorativo. Questa new entry ha dato un’ulteriore svolta alla mia vita perché mi sta permettendo di unire le mie intuizioni alle conoscenze nel campo medico: il macchinario, che è neutro, mi consente di testare le frequenze del cliente per rilevarne i disagi a 360° ( struttura-biochimica-emozioni) per poi intervenire e riequilibrare gli scompensi che di quei disagi sono la causa..
E’ grazie alla Biorisonanza che ho avuto l’ispirazione e la spinta finale per decidere di dare il mio contributo alla realizzazione attiva di Armonium con mia sorella Chiara.
Nella professione utilizzo anche le mie conoscenze di floriterapia, che sto approfondendo con nuovi corsi di formazione; ho da poco concluso il corso sui fiori californiani, e nel 2020 seguirò quello sui fiori australiani ed alimentazione, che è un’altra mia grande passione.
Mensilmente seguo approfondimenti sul tema delle geopatie ed elettrosmog, tema cui sono molto sensibile dato che la mia visione della vita è biocentrica, in cui l’amore ed il rispetto per il pianeta sono al centro di tutto e proprio per questo in luglio seguirò il corso di Thetahealing “Relazione con il pianeta”.